fbpx
Sinergy Med 2.0 - Conegliano

Manovre di linfodrenaggio

manovre di linfodrenaggio
05 Nov

Le manovre di linfodrenaggio hanno come obiettivo quello di mobilizzare il liquido linfatico che si accumula in seguito a cause primarie di deficit del sistema linfatico oppure secondarie come ad esempio l’asportazione dei linfonodi, traumi (come una banale distorsione di caviglia), interventi di chirurgia del ginocchio, dell’addome, della spalla, etc.

Sono manovre che si possono effettuare fin da subito perché sono molto delicate e rispettose dei sintomi del paziente, perciò possono essere utilizzate anche nelle fasi più acute con l’obiettivo di drenare i liquidi che si accumulano a formare gli edemi, permettendo quindi di migliorare l’apporto di nutrienti ai vari tessuti e la risoluzione delle infiammazioni.

Queste tecniche riducono la sintomatologia dolorosa che si associa spesso alla presenza degli edemi sia di natura primaria che secondaria.

Le manovre di linfodrenaggio si associano quasi sempre all’utilizzo di bendaggio o calze elastiche e all’attività motoria adattata a ciascuna situazione.

Gli ambiti di intervento come detto sono molteplici:

• edemi da asportazione di linfonodi ascellari o inguinali,
• edemi addominali primari o secondari
• edemi post-chirurgici ad esempio interventi di artroprotesi oppure interventi addominali anche massivi;
• traumi articolari come contusioni plurime, distorsioni di caviglia o di ginocchio,
• patologie o sindromi reumatiche anche in fase acuta tipo artrite reumatoide e fibromialgia,
• utile nel recupero post allenamento in abito sportivo agonistico che non agonistico.

Calendario corsi

calendario corsi Body Rieducationale
26 Ago

Di seguito riportiamo il calendario dei corsi del Body RiEducational che sarà valido dal 1 settembre al 31 dicembre 2020.

RIEDUCAZIONE MOTORIA:
Lunedì 7.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00
Martedì 7.00 – 8.00 / 16.00 – 20.00
Mercoledì 7.30 – 9.00 / 14.00 – 18.00
Giovedì 7.30 – 12.30 / 16.00 – 20.30
Venerdì 7.30 – 9.00 / 14.00 – 18.00

PANCAFIT:
Lunedì 12.45 – 13.35 / 20.20 – 20.10
Martedì 8.00 – 8.50 / 9.00 – 9.50
Mercoledì 9.15 – 10.05 / 20.20 – 21.10
Giovedì 12.45 – 13.35
Venerdì 9.15 – 10.05

PILATES:
Lunedì 18.30 – 19.20 / 19.25 – 20.15
Mercoledì 10.15 – 11.05 / 11.10 – 12.00 / 18.30 – 19.20 / 19.25 – 20.15
Venerdì 10.15 – 11.05 / 11.10 – 12.00 / 18.10 – 19.00

LEZIONI INDIVIDUALI:
Martedì 10.00 – 12.30 / 14.00 – 16.00
Mercoledì 6.30 – 7.30
Giovedì 14.00 – 16.00 / 20.30 – 21.30

ALLENAMENTO FUNZIONALE:
Mercoledì 12.45 – 13.35
Venerdì 12.45 – 13.35

HATHA YOGA:
Martedì 20.10 – 21.40

Per info sui corsi contattateci al 0438 32271 o tramite mail bodyrieducational@sinergymed.it

La psicoterapia cognitiva comportamentale

psicoterapia cognitiva comportamentale
04 Ago

La terapia cognitivo-comportamentale ha alcune caratteristiche specifiche.

Pratica e concreta.​ Alcune tipiche finalità includono la riduzione dei sintomi depressivi, l’eliminazione degli attacchi di panico, la riduzione o eliminazione dei rituali compulsivi o delle malsane abitudini alimentari, la promozione delle relazioni con gli altri, e cosi via.

Centrata sul “qui ed ora: la​ terapia si preoccupa di attivare tutte le risorse del paziente stesso e di insegnare valide strategie essa è centrata sul presente e sul futuro.

A breve termine​ e orientata allo scopo​. La psicoterapia comportamentale e cognitiva è più orientata ad uno scopo, lavora insieme al paziente per stabilire gli obiettivi della terapia, formulando una diagnosi e concordando con il paziente stesso un piano di trattamento che si adatti alle sue esigenze, durante i primissimi incontri. Si preoccupa poi di verificare periodicamente i progressi in modo da controllare se gli scopi sono stati raggiunti.

Attiva​. Sia il paziente che il terapeuta giocano un ruolo attivo, il terapeuta cerca di insegnare strategie e il paziente, a sua volta, lavora al di fuori della seduta terapeutica per mettere in pratica ciò che ha appreso in terapia.

Collaborativa​. Paziente e terapeuta lavorano insieme per capire e sviluppare strategie che possano indirizzare il paziente alla risoluzione dei propri problemi.

Scientificamente fondata​. È stato dimostrato attraverso studi controllati che i metodi cognitivo-comportamentali costituiscono una terapia efficace per numerosi problemi di tipo clinico. È stato dimostrato che è efficace almeno quanto gli psicofarmaci nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia, ma assai più utile nel prevenire le ricadute.

Per maggiori informazioni:
Veronica Gobbetto
info@sinergymed.it

La salute del pavimento pelvico

la salute del pavimento pelvico
29 Lug

Perchè la salute del pavimento pelvico è importante e non va sottovalutata

Ecco un semplice test per verificare il benessere del tuo pavimento pelvico:

  • ti capita di avere delle perdite di urina durante il colpo di tosse o lo starnuto, correndo in bagno, ridendo o praticando attività fisica?
  • Senti un peso, un ingombro a livello vaginale?
  • Provi dolore durante i rapporti sessuali?
  • Soffri di stitichezza nonostante una dieta equilibrata ed una buona idratazione oppure fatichi a trattenere l’aria o le feci?
  • Hai la sensazione che l’ingresso vaginale sia beante o che la zona perineale sia affaticata?

Se riconosci in te alcuni di questi sintomi, il tuo pavimento pelvico potrebbe non essere in salute. Un percorso di consapevolezza e riabilitazione della muscolatura perineale aiuta a prevenire e a far fronte a questi disturbi comuni nelle donne.

Se desideri maggiori informazioni non esitare a contattarci, la Dott.ssa Ilaria Donadon saprà consigliarti e guidarti verso il percorso più adatto a te.

Continua a seguirci su Facebook: SinergyMed

Depressione post parto

Depressione post parto
06 Lug

Perché è importante intervenire in tempo?

Ci tengo a parlarne perché è un tema delicato, poco discusso e che ha forti conseguenze se non si riconosce e non si interviene.
Purtroppo questa situazione viene accompagnata da profonda vergogna e senso di smarrimento nel provare sentimenti negativi.
Ricordo ancora una giovane mamma che mi diceva: “ma che madre sono se provo queste cose? Non posso dirle a nessuno, sono orribile“.
Il marito faceva del suo meglio ma non capendo ciò che stava succedendo le diceva “dai su esageri, vedrai che passerà “.

Sentirsi accolti, riconoscere i sintomi e usare modalità appropriate permette di intervenire gradualmente in una situazione che può essere risolta molto prima che assuma sfumature impegnative.
Alcuni punti fondamentali sulle conseguenze:

  1. la depressione trascurata tende ad automantenersi. Si può avere l’idea che il tempo farà superare il disagio. Considerazione errata. I sintomi si autoperpetuano e si intensificano.
  2. la relazione madre-bambino può essere compromessa. Una mamma depressa guarda meno il bambino, lo culla meno e risponde meno alle richieste.
  3. la relazione di coppia può vivere forti ripercussioni e percepire grandi carenze invece di considerarli cambiamenti fisiologici della coppia
  4. provare vergogna e paura di non uscire da questo stato porta a non esprimerlo e chiedere aiuto.

Tutto questo può essere affrontato con conoscenze, consapevolezza e determinazione.
E questi sono aspetti accessibili a tutti!

Dott.ssa Gobbetto Veronica

I vantaggi dell’OMT

I vantaggi dell’OMT
09 Giu

La Terapia Manuale Ortopedica (OMT) è una specializzazione della fisioterapia per il trattamento delle patologie neuro-muscolo-scheletriche, basata sul ragionamento clinico che utilizza approcci di trattamento altamente specifici, i quali includono le tecniche manuali e gli esercizi terapeutici, ed è guidata dalle prove di efficacia cliniche scientifiche disponibili e dalla struttura biopsicosociale di ogni singolo paziente.

Quando aiuta la terapia manuale?

  • Cefalee con contributi muscolo-scheletrici;
  • Mal di schiena, compreso problematiche inerenti al disco intervertebrale (p.e. ernia discale, discopatie);
  • Dolori e limitazioni funzionali della spalla (tendiniti, spalla congelata);
  • Alterazioni degenerative di anca, ginocchio, piede, spalla o colonna;
  • Neuropatie di varia origine, come sciatalgia, radiculopatie, sindrome del tunnel carpale;
  • Disturbi funzionali, da sovraccarico, post-traumatici, post-chirurgici;
  • Problemi funzionali del gomito (es. epicondilite), di tipo muscolare, muscolo-tendineo, articolare o neuropatico;
  • Disturbi funzionali del piede, come per esempio le tendinopatie dell’achilleo e recupero post-traumatico;
  • Disturbi funzionali e meccanici dell’articolazione temporo-mandibolare.
  • Disturbi funzionali legati a sindrome dolorose acute (come artrite reumatoide, artrosi in fase acuta).

Tuttavia, va osservato che la terapia manuale (TM) non è applicabile a tutti. Esistono una serie di controindicazioni da tenere presenti, tra cui alcune assolute come neoplasie, cauda equina, fratture e disturbi psicologici gravi o alcune relative come osteoporosi, danni neurologici e l’uso prolungato di corticosteroidi.

Ci sono tre modi per poter dire che la terapia manuale è efficace, tenendo conto dei suoi effetti biomeccanici, neurofisiologici e neuropsicologici:

  • quando parliamo di cambiamenti biomeccanici ci riferiamo a quelli che causano un miglioramento nella limitazione della mobilità;
  • tra gli effetti neurofisiologici contempliamo l’ipoalgesia locale, l’azione sul Sistema nervoso simpatico e parasimpatico, la diminuzione della percezione del dolore nel sistema nervoso centrale a fronte di uno stimolo doloroso ripetuto, il cambiamento nei mediatori infiammatori periferici e il miglioramento dell’esperienza dolorosa;
  • infine, gli effetti neuropsicologici come i miglioramenti dello stato emotivo conseguenti alla riduzione dei sintomi e la variazione positiva delle aspettative del paziente.

Riabilitazione post COVID-19

riabilitazione post covid19
29 Mag

Carla de Conti e Stefano Martini, fisioterapisti SinergyMed, hanno stilato un programma di rieducazione motoria dedicato alle persone in convalescenza dopo ricovero per infezione da COVID-19.

SinergyMED 2.0 ha studiato un programma di recupero riabilitativo rivolto ai pazienti negativizzati in convalescenza post polmonite da Covid-19 (sia che siano state dimesse dall’ospedale sia che abbiamo avuto una sindrome lieve curata al domicilio).
Come noto le conseguenze della patologia indotta dall’infezione da COVID-19 sono numerose, in particolare si riscontrano la compromissione della funzione respiratoria tipica delle polmoniti (fiato corto,dispnea, affaticabilità, dolore), sindromi da allettamento e decondizionamento fisico (debolezza muscolare, difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane, rigidità articolari, dolori muscolo-articolari, vertigini ed instabilità posturali).

Tali sintomi possono interferire anche per lungo tempo con la ripresa dell’autonomia nelle attività di vita quotidiana e indurre rischi di complicanze (ad es. cadute, perdita delle abilità motorie e dell’autonomia).
Attraverso la fisioterapia e l’esercizio rieducativo (eseguiti presso lo studio o a domicilio ) i nostri professionisti aiuteranno il paziente a recuperare il maggior livello di autonomia nelle attività motorie e della vita quotidiana.
Per info:
Mail: info@sinergymed.it
Carla De Conti 345 766 5751
Stefano Martini 349 469 0200

Seguici su Facebook: @SinergyMed