Il movimento meditativo

05 Dic

La sigla MM (Meditative Movement) si trova in molte relazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità già da tempo. La massima Organizzazione che tutela la salute dell’umanità nel corso degli ultimi anni si è impegnata nell’approfondire lo studio degli effetti fisiologici e psicologici del “Movimento Meditativo”, il particolare tipo di movimento che accomuna tre grandi discipline: Qi Gong, Taiji e Yoga.

Le tre discipline condividono infatti nella loro pratica alcuni principi fondamentali:

  • l’attenta cura per la POSTURA;
  • il ricorso alla concentrazione mentale, partendo dal giusto grado di ATTENZIONE;
  •  un attento controllo e la capacità di correggere il TONO muscolare;
  •  la consapevolezza della RESPIRAZIONE, che può essere affinata fino a diventare “tecnica”;
  • la coltivazione dell’attitudine al RILASSAMENTO.

Oltre trent’anni di ricerca hanno chiaramente dimostrato l’efficacia del Movimento Meditativo sulla salute.
Le ripercussioni positive non riguardano soltanto il sistema muscolo-scheletrico ma investono ogni altro apparato, da quello cardiocircolatorio (Qi Gong e Taiji vengono consigliati, ad esempio, anche in caso di ipertensione o insufficienza cardiaca) fino a quello digerente.

Delle tre discipline, quella più semplice da apprendere è indubbiamente il Qi Gong, che prevede posizioni statiche “naturali” e movimenti estremamente semplici dal punto di vista motorio.( cit. Maestro Salvo Grassia)

Se siete interessati a questa antica disciplina vi aspettiamo alla lezione prova del 15 dicembre alle ore 10.30 presso il Body RiEducational.

 

Vantaggi e benefici del Tai Chi Qi Gong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *