Pancafit: tutti i benefici

i benefici della pancafit
14 Dic

La Pancafit® è un attrezzo capace di riequilibrare la postura con semplicità e in tempi brevissimi, agendo sulla globalità delle catene. E’ un allungamento muscolare eseguito in postura corretta che evita i compensi ovvero quei meccanismi antalgici che il corpo mette in atto per sfuggire alle tensioni, ai dolori o ai semplici disagi che reputa non graditi.

Perchè scegliere Pancafit®:

  • riallunga i muscoli tesi e retratti attraverso un lavoro simmetrico e globale;
  • il corpo assume una posizione e un atteggiamento immediatamente più corretto;
  • allentando le tensioni muscolari le articolazioni saranno più libere di muoversi senza problemi;
  • coinvolge anche il diaframma, migliorando e sbloccando così la respirazione;
  • allentando le tensioni di alcuni muscoli anche la circolazione venosa e linfatica ne trarranno benefici.
Pancafit tutti i benefici
Pancafit benefici BodyRieducational

Riassumendo quindi la Pancafit®
• Riallunga i muscoli corti, rigidi, retratti
• Mobilizza le articolazioni
• Sblocca il diaframma e migliora la respirazione
• Riattiva la circolazione venosa e linfatica
• Recupera la scioltezza e la mobilità
• Ripristina la postura corretta
• Migliora le prestazioni sportive
O semplicemente RILASSA!!!!

Per info: ☎️ 0438 32271 📧 bodyrieducational@sinergymed.it
Clicca qui e scopri tutti i nostri corsi

Gravidanza e allattamento

12 Dic

L’alimentazione della gestante non si discosta molto da quella delle altre donne, non vale il detto di mangiare per due. Ciò che importa è mangiare due volte meglio per coprire, non solo i bisogni nutritivi della madre, ma anche quelli del nascituro, e garantire il regolare decorso della gravidanza.

Gravidanza e allattamento - Dietista Eva Da Ros
Gravidanza e allattamento consigli della dietista

Una corretta alimentazione durante la gravidanza assume un ruolo importante in quanto favorisce un’ottimale stato nutrizionale della gestante e un adeguato aumento ponderale. Un’adeguata nutrizione della donna in questo periodo sostiene, inoltre, un buono sviluppo fetale creando le basi per la salute futura del bambino.

Compito del dietista è aiutare la gestante ad organizzare un’alimentazione che rispetti le esigenze nutrizionali della gravidanza in accordo con le abitudini e i gusti della futura mamma.

Per maggiori informazioni contattateci

Mobilizzazione del sistema nervoso

mobilizzazione del sistema nervoso conegliano
07 Dic

La Mobilizzazione del Sistema Nervoso secondo David Butler e N.O.I. (Neuro Orthopaedic Institute) si pone come obiettivo la diagnosi e la gestione terapeutica delle disfunzioni del Sistema Nervoso Periferico, che possono originare da modificazioni meccaniche e/o sensitive nel sistema stesso e di solito sono associate a modificazioni in altri tessuti.

Quando aiuta la mobilizzazione del sistema nervoso?
Questa metodologia si inserisce all’interno del normale iter riabilitativo aggiungendo ulteriori punti di vista e possibilità di trattamento.
Nello specifico questa tecnica permette di:

  • Discriminare le cause sintomatiche di natura meccanico/infiammatorie da quelle di origine neurogena;
  • Inserire nel trattamento globale la possibilità di agire specificatamente sul tessuto nervoso o sulle strutture contigue;
  • Trattare il dolore cronico o l’ipersensibilità centrale che può permanere anche a distanza dalla lesione.

Attraverso movimenti selettivi, specifiche posture, trattamento manuale sul decorso del nervo abbiamo la possibilità di valutare e trattare il sistema nervoso (in particolare la componente periferica) e le strutture circostanti.

A livello pratico sfruttiamo i concetti di Tensioner (messa in tensione), slider(scorrimento) e interfaccia (parti anatomiche) per ottenere a seconda della valutazione i seguenti risultati:

  • Detensione-rilassamento del nervo (molto importante nei casi di dolore cronico);
  • Miglioramento degli scambi metabolici del sistema nervoso periferico;
  • “Sbrigliamento” del tessuto nervoso nei casi di conflitto con differenti interfacce;
  • Miglioramento delle capacità elastiche del tessuto nervoso.

 

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci

Il movimento meditativo

05 Dic

La sigla MM (Meditative Movement) si trova in molte relazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità già da tempo. La massima Organizzazione che tutela la salute dell’umanità nel corso degli ultimi anni si è impegnata nell’approfondire lo studio degli effetti fisiologici e psicologici del “Movimento Meditativo”, il particolare tipo di movimento che accomuna tre grandi discipline: Qi Gong, Taiji e Yoga.

Le tre discipline condividono infatti nella loro pratica alcuni principi fondamentali:

  • l’attenta cura per la POSTURA;
  • il ricorso alla concentrazione mentale, partendo dal giusto grado di ATTENZIONE;
  •  un attento controllo e la capacità di correggere il TONO muscolare;
  •  la consapevolezza della RESPIRAZIONE, che può essere affinata fino a diventare “tecnica”;
  • la coltivazione dell’attitudine al RILASSAMENTO.

Oltre trent’anni di ricerca hanno chiaramente dimostrato l’efficacia del Movimento Meditativo sulla salute.
Le ripercussioni positive non riguardano soltanto il sistema muscolo-scheletrico ma investono ogni altro apparato, da quello cardiocircolatorio (Qi Gong e Taiji vengono consigliati, ad esempio, anche in caso di ipertensione o insufficienza cardiaca) fino a quello digerente.

Delle tre discipline, quella più semplice da apprendere è indubbiamente il Qi Gong, che prevede posizioni statiche “naturali” e movimenti estremamente semplici dal punto di vista motorio.( cit. Maestro Salvo Grassia)

Se siete interessati a questa antica disciplina vi aspettiamo alla lezione prova del 15 dicembre alle ore 10.30 presso il Body RiEducational.

 

Vantaggi e benefici del Tai Chi Qi Gong